Guida galattica per gli insegnanti di musica il podcast
BLOG,  Guida Galattica per Insegnanti di Musica

GUIDA GALATTICA PER GLI INSEGNANTI DI MUSICA – LA STANZA DELLA MUSICA

Nella nuova puntata del podcast GUIDA GALATTICA PER GLI INSEGNANTI DI MUSICA si parla di arredamento! No scherzo, parliamo dell’impatto che ha il tuo luogo di lavoro (la stanza della musica) sulle tue lezioni: ci avevi mai pensato?

Puoi ascoltare la puntata numero 5 qui nel mio audioblog:

ASCOLTA IL PODCAST ASCOLTA SU SPOTIFY

Oppure leggerla qui:

La stanza della Musica

Nonostante io sia Una Maestra di Musica, di stanze, negli ultimi anni, ne ho arredate tante (che se ti dico il numero non ci credi di sicuro). E nonostante non fosse in programma, ne ho appena dovuta creare un’altra da zero (se mi hai seguito qui, sai bene il perché): tutto ciò mi ha fatto riflettere molto su questo aspetto del nostro lavoro di insegnanti ed educatrici.

Partiamo da questo presupposto: la stanza in cui lavori, fa metà del lavoro per te. Deve rappresentarti, e tu devi entrarci in simbiosi: conoscere i suoi punti di forza e i suoi limiti (che diventeranno a lezione per metà anche i tuoi), i suoi angoli e i suoi spigoli, per essere sicura di quello che può regalarti e che puoi ottenere da quello spazio.

Quali possono essere i punti di forza di una stanza della musica?

Se è un piano rialzato, come questa mia stanza nuova, sicuramente la luminosità: rispetto ad un seminterrato ad esempio (e sono stata anche lì), quando si lavora con i bambini avere spazi ampi e luminosi è di sicuro un valido aiuto. Inoltre, non sottovalutare il ricambio d’aria: dopo ore di lezione, di bisogno ce n’è di sicuro, e se puoi far girare l’aria in poco tempo, non rischierai il congelamento in inverno (provare per credere).

Al contempo, il piano seminterrato offre un maggiore isolamento acustico, cosa da non sottovalutare quando si tratta di musica. Una buona stanza della musica deve essere, di fatto, un contenitore per la musica: non riempirlo troppo, lascialo sgombro da mobili ed oggetti, e porta dentro solo lo stretto necessario. Così lo potrai davvero riempire con la musica!

Il pavimento è l’altro punto per me cruciale: devi poterti sentire libera di muoverti ed esprimerti, e deve essere utile alle attività che proporrai (io personalmente preferisco tappetini morbidi (io da amazon ho adorato questi in finto legno per il mio Atelier Musicale) o parquet, ma attenzione alla scivolosità di quest’ultimo!) L’arredamento…beh quello ti deve rispecchiare. Io adoro gli stickers da muro (questo te lo ricordi, della mia stanza alla Piccola Scuola?) perché mi permettono di arredare senza appesantire, e i colori tenui perché tendo a stancarmi e cambiare spesso colori intorno a me. E allora mentre arredavo la mia nuova stanza della musica secondo le caratteristiche che preferivo, ho preparato per te questa scheda PDF gratuita scaricabile: corri a vederla, e arreda la stanza della musica dei tuoi sogni dando un voto agli aspetti da migliorare!

Certo, spesso una stanza della musica non la puoi scegliere: ma puoi trarre il meglio da quello che hai, questo è poco ma sicuro. Anche se gli spazi non sono solo tuoi, sono sicura che puoi trovare soluzioni superfantastiche per sentirla un po’ più tua. A volte basta davvero poco, e ricorda che quello che importa è la sensazione che la stanza ti da, e come ti senti tu a lavorare lì.

guida galattica podcast

Mi chiamo Marta, e sono Una Maestra di Musica. 

Nella vita, coltivo piccoli semi di musicalità: in me stessa e in tutte le persone che passano da Musindò, iniziando dai bambini fin da piccolissimi perchè sono profondamente convinta che con la musica diventeranno adulti più consapevoli. Uso l’ukulele per risvegliare la musicalità innata che ognuno di noi possiede, perchè credo davvero che tutti possiamo fare musica, anche tu. Con i miei percorsi “Inspiring Teacher” aiuto gli insegnanti a trovare una didattica musicale che li rappresenti e un buon balance tra vita da insegnante e vita privata , ed ho creato una bellissima community per educatrici di tutta Italia dal nome “Musica al Nido”.

Viaggio spesso, soprattutto a Londra per Music Learning Tree, un progetto di ricerca sull’educazione musicale basato sulla MLT di Edwin Gordon.

Guida Galattica per insegnanti di Musica è il podcast  che ti manderà letteralmente tra le stelle: un viaggio nella vita da insegnante di tutti i giorni, dove troverai la mia esperienza diluita in argomenti da 5’.

Per farti compagnia mentre vai a scuola o mentre cucini la sera, per sentirti meno sola in questo universo scolastico fatto di programmazioni e riunioni, e per iniziare il viaggio galattico verso l’insegnante che vuoi davvero essere.

Il suono, viaggia attraverso il tempo e lo spazio: ecco perchè ho scelto di raccogliere in un podcast tutti questi consigli, e di metterci la mia voce, quella che spesso si consuma a furia di cantare con i bambini, per aiutarti nella vita da insegnante di tutti i giorni, e perchè tu possa tirare fuori davvero le tue qualità e diventare l’insegnante che vuoi davvero essere. Perchè in fondo, questo è il lavoro più bello del mondo, no?

Ti ringrazio per aver ascoltato questa puntata: ora, se non vuoi perderti le prossime, registrati al Podcast su Spotify!

Se invece vuoi approfondire quello che faccio, dalla didattica a tutti i miei contenuti gratuiti per insegnanti, cercami su www.unamaestradimusica.com: lì trovi tutto quello che puoi fare insieme a me. E se vuoi uno sguardo più da vicino sulla mia vita da insegnante di tutti i giorni, cerca il mio profilo instagram @unamaestradimusica, o la mia pagina FB Marta – Una Maestra di Musica. Il Viaggio Galattico continua anche lì!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: